In memoria di Raffaello Ceschi

Forse, oggi, è l’ultimo giorno di scuola anche per me: ho perso un Maestro, che non ho mai ne avuto ne conosciuto, ma che ho letto, ascoltato, studiato e ammirato. Grazie, Raffaello Ceschi, per aver raccontato e illustrato la Storia del nostro Cantone, una Storia che la tua penna ha fissato per sempre, come a ricordarci – quando discutiamo dove vogliamo andare – da dove veniamo e come siamo arrivati fin qui. A volte ce ne dimentichiamo.

Guarda il servizio del Quotidiano

Guarda Controluce, 10 dicembre 2006

FacebookTwitterGoogle+Condividi
Posted in Storia and tagged .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>