Presidenza PLR

Come rilanciare il PLR

(pubblicato su Il Caffé della domenica, 2 settembre 2012)

Il PLR ha in casa tutto quello che serve per rilanciarsi, per entusiasmare ed entusiasmarsi: occorre valorizzare questo capitale politico e umano con un Presidente presente che sappia percepire le attese dei cittadini, rinfrescare l’immagine del Partito, trasmettere passione, individuare e connettere le varie forze e competenze presenti sul territorio.

Occorre dunque identificare un modello organizzativo più snello e integrativo che sappia unire rapidità d’azione e coinvolgimento della base. Come? Con un comitato formato da persone competenti che si appoggiano su gruppi di lavoro, dei sistemi di consultazione web, un’assemblea cantonale che metta l’accento sulla platea e non più sul tavolo dirigenziale, delle Sezioni maggiormente informate e coinvolte nelle decisioni, oltre che con l’istituzione di un programma di formazione politica e l’organizzazione di PLR Camp.

Un coinvolgimento che, oltre che eletti e simpatizzanti, dovrà però raggiungere tutti i cittadini. Per questo il PLR dovrà non solo proporre nuove visioni (perché, ad esempio, non pensare a un patto tra economia e ambiente che permetta di unire creazione di posti di lavoro, sviluppo economico, innovazione, ricerca, efficienza energetica e protezione del nostro territorio?), ma anche profilarsi tramite prese di posizione chiare e acquisire maggiore visibilità positiva. Occorre quindi una rivoluzione informativa, con un organo di Partito meno frequente e più multimediale, incentrato sull’approfondimento e non sulla cronaca, accanto alla costante divulgazione di contenuti che offrano al PLR l’opportunità di guidare l’agenda politica, non solo di rispondere agli stimoli.

Per tornare a essere il motore della politica, però, oltre alle idee occorre avere persone conosciute e competenti: la Presidenza dovrà dunque impegnarsi a identificare e costruire delle personalità forti, in modo da poter presentare, nel 2015, delle liste di qualità e – perché no? – condivise dalla base, per esempio attraverso lo studio di un sistema di primarie.

FacebookTwitterGoogle+Condividi
Posted in Politica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>