Le pacche sulle spalle non bastano!

Lunedì 10 maggio 2010 i Giovani liberali radicali ticinesi (GLRT) hanno lanciato

  • un’iniziativa popolare che chiede la realizzazione in Ticino di una struttura multifunzionale per giovani problematici o che delinquono;
  • una petizione che chiede la ratifica dell’accordo intercantonale sull’armonizzazione dei criteri per la concessione delle borse di studio (Concordato sulle borse di studio).
  • Le due proposte si focalizzano sulla politica giovanile cantonale e intendono agire in due direzioni apparentemente opposte, ma che convergono sul fatto che i GLR si vogliono occupare di tutta la gioventù: da una parte i GLR vogliono sostenere la gioventù sana perfezionando e consolidando il sistema delle borse di studio (PER CHI VUOL CONTINUARE A PEDALARE), dall’altra i GLR vogliono occuparsi anche di quella parte – fortunatamente minore ma che non può essere abbandonata a sé stessi – che ha sbagliato e che necessita di strutture adeguate finalizzate al recupero e al reinserimento sociale e lavorativo del minorenne problematico (PER CHI È FINITO FUORI STRADA). L’azione di raccolta firme di iniziativa e petizione sono riunite sotto lo slogan Le pacche sulle spalle non bastano!: non bastano per chi ha sbagliato, non bastano per chi vuole studiare ma non ne ha i mezzi. Per queste persone, due facce della stessa medaglia, i GLR propongono biciclette adeguate.

    Guarda il dibattito di Contesto (LA1, RSI, 10 maggio 2010) tra Nicola Pini e Luigi Pedrazzini, Presidente del Consiglio di Stato e Direttore del Dipartimento delle Istituzioni

    FacebookTwitterGoogle+Condividi
    Posted in Politica and tagged , .

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>